Alcune novità del C.D. “Decreto Salva Bonus”

Il Decreto Legge n. 212/2023, conosciuto come “Decreto salva Superbonus”, entrato in vigore il 30 dicembre 2023 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 29 dicembre 2023, introduce diverse novità riguardanti il Superbonus al 110% e la detrazione del 75% per l’eliminazione delle barriere architettoniche.

Per quanto riguarda il Superbonus al 110%, il decreto stabilisce che il diritto alla detrazione non viene meno anche se gli interventi non sono completati entro il 31 dicembre 2023, purché siano state esercitate opzioni di sconto in fattura o cessione del credito in base agli stati di avanzamento lavori (SAL) entro la stessa data. Inoltre, è previsto un nuovo contributo per coloro che si trovano in questa situazione con un reddito fino a 15.000 euro, per le spese sostenute dal 1 gennaio al 31 ottobre 2024.

Per quanto riguarda la detrazione del 75% per l’eliminazione delle barriere architettoniche, il decreto restringe l’ambito di applicazione, limitandola alla realizzazione di interventi specifici come scale, rampe, ascensori, servoscala e piattaforme elevatrici in edifici già esistenti. È introdotto anche l’obbligo di un contratto assicurativo per gli interventi avviati dal 31 dicembre 2023 per coprire danni da calamità naturali o eventi catastrofali.

Infine, il decreto esclude dal blocco delle opzioni per sconto in fattura o cessione del credito le spese sostenute per interventi di eliminazione delle barriere architettoniche fino al 31 dicembre 2023. Questa esclusione è applicabile anche alle spese sostenute dall’1 gennaio 2024 solo per condomini e persone fisiche con reddito familiare fino a 15.000 euro, a condizione che l’unità immobiliare sia adibita ad abitazione principale e che nel nucleo familiare sia presente un soggetto disabile.