Legge di Bilancio 2021: le principali novità in materia di lavoro

Ottenuta l’approvazione definitiva del Senato, la Legge di Bilancio 2021 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale. Il testo contiene, tra le misure più significative inserite sin dalla prima versione, l’estensione dei trattamenti di integrazione salariale per una durata massima di ulteriori dodici settimane, la proroga del divieto di licenziamento per motivi economici al 31 marzo 2021 e la proroga dell’APE sociale al 31 dicembre 2021. Elenchiamo le principali novità su cui ha agito la Legge di Bilancio in materia lavoro:

  • Esonero contributivo per lavoratori autonomi e professionisti
  • Conciliazione vita-lavoro
  • Giornalisti
  • Sospensione dei versamenti federazioni sportive
  • Rientro dei cervelli
  • Esclusioni dalla “decontribuzione Sud”
  • Resto al Sud
  • Nuove attività economiche nelle Zone economiche speciali (ZES)
  • Recupero aziende in crisi
  • Mutui agevolati concessi da Invitalia
  • Sostegno della parità salariale di genere
  • CIG in deroga per crisi aziendali
  • Lavoratori delle aree di crisi industriale complessa
  • Apprendistato scuola-lavoro
  • Lavoratori della pesca
  • Isopensione
  • Pensioni
  • Contratto di espansione
  • Lavoratori esposti all’amianto
  • Indennità di continuità reddituale
  • Indennità personale sanitario.